Telecomunicazioni

Che cosa sta succedendo oggi alle infrastrutture di telecomunicazioni?

L'attuale pandemia di Coronavirus ha contribuito come nessun altro recente evento al potenziamento della connessione Internet e dell'infrastruttura digitale. Tuttavia, c'è ancora molto lavoro da fare.

Slider

Mentre le aziende spostano la loro forza lavoro negli “uffici a casa”, e mentre le scuole e le università sono bloccate, richiedendo agli studenti di studiare da casa, diventa evidente che nonostante decenni di chiamate a “colmare il divario digitale”, c’è ancora molto lavoro da fare per portare Internet a banda larga a tutti.

Nonostante il fatto che Internet abbia quasi 50 anni e che browser siano in circolazione da quasi 30 anni, molte comunità rurali stanno ancora lottando per connettersi online a velocità sufficienti per le applicazioni odierne, come le videoconferenze e lo streaming di molteplici servizi per genitori e figli che lavorano e studiano da casa.

See here for more information on H.R. 7302

Negli Stati Uniti, ad esempio, la Camera dei Rappresentanti, guidata dalla maggioranza democratica, sta ora proponendo una legislazione per espandere massicciamente l’infrastruttura a banda larga negli Stati Uniti. Chiamato Accessible, Affordable Internet for All Act (H.R. 7302), questo atto introdurrebbe un programma di infrastrutture in fibra gestito da un nuovo Ufficio di Connettività e Crescita di Internet con un budget tra gli 80 e i 100 miliardi di dollari. Questo ufficio sarebbe incaricato di coordinare tutti gli sforzi infrastrutturali federali con i governi statali.

Se questo atto diventerà legge dipenderà ovviamente dalla volontà del Senato degli Stati Uniti, controllato dal partito repubblicano, di diventare un agente positivo del cambiamento.

Allora, cosa si dovrebbe fare per accelerare lo sviluppo della banda larga?

Vent’anni dopo il grande crollo dell’industria di Internet e delle telecomunicazioni, la paura e la cautela dovrebbero lasciare il posto a uno sforzo serio e combinato per espandere la banda larga a tutti.

Ma Come?

Abbiamo bisogno di un nuovo accordo tra imprese, società e governi. Ma la posta in gioco è alta. Gli operatori storici hanno investito molto nelle reti e vogliono tenerne fuori i concorrenti. Gli investimenti sono elevati, rendendo difficile la coesistenza di operatori storici e nuovi operatori del mercato, soprattutto quando è necessario scavare strade per posare cavi in fibra ottica che porteranno velocità in gigabit agli utenti. Anche se l’ultimo miglio può ancora essere colmato da altre tecnologie, sia ottenendo sempre più capacità dalle vecchie linee telefoniche in rame, o colmandolo con tecnologie wireless, la connettività a lunga distanza sarà portata alle comunità tramite cavi in fibra ottica.

A causa della deregolamentazione di 30 anni fa, i fornitori di infrastrutture di oggi non sono più gestiti come un monopolio regolamentato con un obbligo di servizio universale, ma come imprese commerciali a cui i mercati finanziari richiedono che gli investimenti portino profitti. Il collegamento delle comunità rurali, tuttavia, può facilmente diventare così costoso che le entrate previste per gli abbonati potrebbero non essere sufficienti a coprire i costi per portare la fibra nelle comunità. Qui, i legislatori, i regolatori e i partecipanti del settore privato devono stipulare nuovi accordi, nuovi equilibri.

In che modo Arete Publica Associates può aiutare la vostra azienda?

Quando si tratta di concludere accordi tra i vari gruppi di stakeholder, il nostro fondatore, Peter H. Hellmonds, fa riferimento a venticinque anni di esperienza in iniziative multi-stakeholder nazionali e internazionali. Questa esperienza a livello nazionale e internazionale viene a favore dei vostri interessi commerciali.

Peter ha portato iniziative multi-stakeholder alla Banca Mondiale all’inizio degli anni ’90, dove ha spinto per un impegno del Gruppo della Banca Mondiale nel fornire connettività ai Paesi in via di sviluppo.

A livello internazionale, Peter ha partecipato alla Task Force Digital Opportunities multi-stakeholder del G8, alla Task Force ICT delle Nazioni Unite.

Peter Hellmonds, CEO of Arete Publica Associates
Peter Hellmonds, CEO di Arete Publica Associates

Nella Task Force delle Nazioni Unite, Peter non solo ha guidato la delegazione commerciale della Siemens, ma è stato anche un membro della delegazione del governo tedesco e ha partecipato ai negoziati dei due Vertici Mondiali sulla Società dell’Informazione (WSIS) a Ginevra e Tunisi.

In seguito, è stato nominato membro del Consiglio Strategico dell’Alleanza Globale per l’ICT e lo Sviluppo delle Nazioni Unite ed è stato nominato due volte, dai segretari delle Nazioni Unite Kofi Annan e Ban Ki Moon, membro del Multi- Gruppo consultivo delle parti interessate dell’Internet Governance Forum. Peter è stato anche un membro fidato della Camera di Commercio Internazionale di Parigi, dove continua a partecipare alla Commissione per l’Economia Digitale e dove è stato membro fondatore della sua iniziativa BASIS (Business Action to Support the Information Society).

In qualità di membro del Gruppo di Esperti sulla Comunicazione della Commissione Tedesca dell’UNESCO, Peter ha discusso delle questioni relative alla società dell’informazione nel contesto altamente accademico della Commissione, portando così le competenze di imprese e industria a questo corpo.

In Germania, Peter è stato presidente della German Broadband Initiative a metà degli anni 2000, riunendo diversi partecipanti della concorrenza (rame, fibra, cavo e wireless), nonché l’UE e i governi federali tedeschi insieme per trovare modi per superare la situazione di stallo. Inoltre, ha partecipato come braccio destro del CEO di Siemens Communications in una serie di negoziati ad alto rischio nel quadro dell’Iniziativa congiunta governo / settore privato D21, che ha operato insieme a cinque ministeri federali per promuovere la società dell’informazione in Germania. Dopo le elezioni tedesche a metà degli anni 2000, Peter ha anche partecipato ai lavori del vertice IT tedesco presieduto dal cancelliere federale Angela Merkel.

L’esperienza del nostro CEO nel settore, insieme alla sua competenza e all’ampia comprensione dei problemi in questione, forniscono alla vostra azienda un’eccellente consulenza nel campo delle infrastrutture di telecomunicazione.

Per ulteriori informazioni sui nostri servizi di infrastruttura di telecomunicazioni, inviate un’e-mail a info@arete-publica.com.